La forza dei fatti

La notizia è comparsa fugacemente sui media questa estate poi, come la gran parte delle buone notizie, si è provveduto rapidamente all’oblio, non sia mai che magari qualcuno possa ricevere stimoli positivi, entusiasmo e un pizzico di fiducia nella vita e nel prossimo. Mi piace riproporla ora perché sono sicuro che a qualcuno possa essere sfuggita. E mi piace anche l’idea che (consapevole di andare incontro a inevitabili accuse si ingenuità, eccesso di ottimismo e superficialità) questa notizia possa generare in chi legge la sensazione che qualcosa di positivo si può fare sempre, a qualsiasi livello e in qualsiasi modo o direzione si scelga di intervenire.

Il fatto in questione, riguarda il tennista Roger Federer. Il campione svizzero ha infatti speso la bellezza di 13,5 milioni di dollari (circa 12 milioni di euro) per la costruzione di 81 scuole materne in Africa. In Malawi per la precisione. Una vera e propria missione di solidarietà fortemente voluta da parte del fenomeno svizzero del tennis mondiale, da anni impegnato con la propria fondazione (Federer Foundation, con la collaborazione di Credit Suisse e Action Aid Malawi) ad aiutare, con azioni concrete, i giovani africani. Quello a cui ha dato vita Federer, attuale numero 3 del mondo del tennis, è un progetto avviato senza troppi clamori sin dal 2011 e che prevede una durata di 10 anni. Oltre al Malawi, anche altri stati africani sono interessati: Botswana, Namibia, South Africa, Zambia e Zimbabwe, dove in totale sono stati aiutati, ad oggi, oltre 5 mila bambini. Obiettivo ambizioso è quello di aiutare in totale 1 milione di bambini entro il 2018. Anche questo è Roger Federer. Campione, signore e leggenda in campo, campione, signore e leggenda nella vita.

About The Author

wp_7367517

No Comments

Leave a Reply

Contatti.

Via Vittorio Emanuele Orlando, 24

20142 Milano

Scrivimi